Direttiva europea sullo Spazio oggi al centro dell’incontro tra il ministro con delega alle politiche spaziali e aerospaziali Adolfo Urso e il Commissario UE Thierry Breton

direttiva europea spazio urso

Il ministro delle Imprese e del Made in Italy con delega alle politiche spaziali e aerospaziali, Adolfo Urso, ha incontrato a Bruxelles, presso la sede della Commissione Europea, il Commissario UE al mercato interno e i servizi, Thierry Breton.

Al centro della riunione le politiche industriali europee, alla luce delle sfide globali, e le attività nel settore spaziale sul piano nazionale ed europeo.

“L’Europa deve cambiare marcia sulla politica industriale”,  ha dichiarato Urso. “Ove non lo facesse, dopo gli agricoltori scenderebbero in piazza gli operai. Dobbiamo consentire la sopravvivenza di un sistema produttivo, nel nostro continente, capace di sostenere un sistema sociale e occupazionale che i nostri cittadini meritano. Non vorrei che l’Europa diventasse un grande museo industriale all’aria aperta”.

Urso e Breton hanno affrontato inoltre il tema della direttiva europea sullo Spazio, che verrà presentata nei prossimi mesi con l’obiettivo di costruire un vero mercato unico in materia, rafforzando la posizione dell’Europa come potenza spaziale.

Nel contesto della direttiva europea sullo Spazio si inserisce il progetto di legge sulla “Space Economy”

In questo contesto si inserisce il progetto di legge sulla “Space Economy” in Italia, che regolamenterà il settore delle attività spaziali nel Paese e che sarà all’attenzione del Consiglio dei ministri nelle prossime settimane. Al riguardo, il ministro e il commissario hanno concordato sull’esigenza di regolamentare le attività di attori terzi che vogliono operare nello scenario europeo, oltre che sulle responsabilità dei soggetti pubblici e privati. 

Con lo scopo di armonizzare la legge nazionale ed europea, Urso e Breton hanno condiviso l’utilità di creare un gruppo di lavoro tecnico tra Italia e Commissione che sarà attivo sin dai prossimi giorni.

Il sito del Fucino candidato come centro principale di controllo a terra del sistema satellitare del Sistema europeo IRIS2

Nel corso dell’incontro, il ministro Urso ha ricordato la candidatura del sito del Fucino, in Abruzzo, come centro principale di controllo a terra del sistema satellitare del Sistema europeo IRIS2, anche alla luce degli ingenti investimenti previsti e a carico dello Stato.

Urso e Breton hanno inoltre avuto un confronto sulla politica europea sui lanciatori e della necessità di una evoluzione del paradigma per una più efficace competitività europea a livello globale, con una particolare attenzione al rafforzamento della cooperazione industriale tra Italia e Francia per consentire il ritorno al volo sia del vettore Vega-C, sia di Ariane-6.

img 20240208 wa0025

Giornalista, Capo Redattrice di Economia dello Spazio Magazine,Economia del Mare Magazine,Space&Blue, Vivere Naturale Magazine.