Con Odysseus gli USA tornano sulla Luna dopo 50 anni

ODYSSEUS Il 22 febbraio 2024, il lander lunare Odysseus di Intuitive Machines cattura un'immagine ad ampio campo visivo del cratere Schomberger sulla Luna a circa 125 miglia (200 km) sopra il sito di atterraggio previsto, a circa 6 miglia (10 km) di altitudine. Credito: macchine intuitive

Per la prima volta in più di 50 anni, nuovi strumenti scientifici e dimostrazioni tecnologiche della NASA stanno operando sulla Luna in seguito al primo successo dell’iniziativa CLPS (Commercial Lunar Payload Services) dell’agenzia.

Il lander Nova-C di Intuitive Machines, chiamato Odysseus, ha completato un viaggio di sette giorni verso l’orbita lunare ed ha eseguito le procedure per atterrare dolcemente vicino a Malapert A, nella regione del Polo Sud della Luna, alle 17:24. CST il 22 febbraio.

Il lander è in buona salute, raccoglie energia solare e trasmette dati al controllo missione della compagnia a Houston. La missione segna il primo atterraggio commerciale senza equipaggio sulla Luna.

Trasportando sei dimostrazioni scientifiche e tecnologiche della NASA, oltre ad altri carichi utili per i clienti, tutti gli strumenti scientifici della NASA hanno completato i controlli di transito in rotta verso la Luna.

Una dimostrazione della tecnologia di atterraggio di precisione della NASA ha inoltre fornito un’assistenza fondamentale dell’ultimo minuto per garantire un atterraggio morbido. Nell’ambito della campagna Artemis della NASA, la missione sulla Luna avverrà nella regione in cui la NASA invierà gli astronauti a cercare acqua e altre risorse lunari entro la fine di questo decennio.

Bill Nelson, Nasa: “Congratulazioni a Intuitive Machines per aver posizionato Odysseus in un luogo dove nessuna persona o macchina è mai stata prima, il Polo Sud lunare”

“Per la prima volta in più di mezzo secolo, l’America è tornata sulla Luna. Congratulazioni a Intuitive Machines per aver posizionato il lander lunare Odysseus che trasporta gli strumenti scientifici della NASA in un luogo dove nessuna persona o macchina è mai stata prima, il Polo Sud lunare”, ha affermato l’amministratore della NASA Bill Nelson.

“Questa impresa di Intuitive Machines, SpaceX e NASA dimostra la promessa della leadership americana nello spazio e il potere delle partnership commerciali nell’ambito dell’iniziativa CLPS della NASA. Inoltre, questo successo apre le porte a nuovi viaggi sotto Artemis per inviare astronauti sulla Luna, e poi su Marte”.

Durante il viaggio verso la Luna, gli strumenti della NASA hanno misurato la quantità di carburante dei motori criogenici utilizzato e, durante la discesa verso la superficie lunare, i team hanno raccolto dati sulle interazioni pennacchio-superficie e testato tecnologie di atterraggio di precisione. Le operazioni di superficie dell’Odysseus sono in corso e dovrebbero svolgersi fino a giovedì 29 febbraio.

Il sistema di guida Navigation Doppler Lidar for Precise Velocity and Range Sensing (NDL) della NASA per la discesa e l’atterraggio ha infine svolto un ruolo chiave nel favorire il successo dell’atterraggio.

Poche ore prima dell’atterraggio, Intuitive Machines ha riscontrato un problema con il sensore del proprio sistema di navigazione e si è appoggiato al sistema di guida della NASA per ricevere assistenza per atterrare con precisione.

Lo strumento della NASA funziona secondo gli stessi principi del radar e utilizza gli impulsi di un laser emessi attraverso tre telescopi ottici. Misura velocità, direzione e altitudine con elevata precisione durante la discesa e l’atterraggio.

Odysseus contribuirà alla comunicazione e navigazione per le future tecnologie di navigazione autonoma

Ora che sono sulla superficie lunare, gli strumenti della NASA si concentreranno sullo studio delle interazioni sulla superficie lunare e sulla radioastronomia. Il lander Odysseus trasporta anche una serie di retroriflettori che contribuiranno a una rete di indicatori di posizione sulla Luna per la comunicazione e la navigazione per le future tecnologie di navigazione autonoma.

ODYSSEUS Gli esperti della NASA e di Intuitive Machines hanno tenuto una conferenza stampa il 23 febbraio 2024 presso il Johnson Space Center della NASA a Houston per discutere dell'atterraggio morbido del lander Nova-C dell'azienda, chiamato Odysseus. Tra i partecipanti al briefing figuravano (da sinistra a destra): Steve Altemus, amministratore delegato e cofondatore di Intuitive Machines; Joel Kearns, vice amministratore associato per l'esplorazione, direzione della missione scientifica, quartier generale della NASA a Washington; Tim Crain, direttore tecnologico e cofondatore di Intuitive Machines; e Prasun Desai, vice amministratore associato, direzione della missione per la tecnologia spaziale presso il quartier generale della NASA. Credito: NASA/Robert Markowitz

FONTE TESTO E IMMAGINI NASA

Giornalista, Capo Redattrice di Economia dello Spazio Magazine,Economia del Mare Magazine,Space&Blue, Vivere Naturale Magazine.